terra e cielo 2

Terra e cielo : Qi Gong – la testimonianza di Roberto

Terra e cielo rappresentati nella testimonianza di Roberto, nostro studente di Qi Gong .

Seminario sul Qigong alchemico – 2/3 Marzo 2019 – Maestro Vincenzo Cesale

Affezionato alla scuola, sono diventato istruttore di Qigong di primo livello alla fine del 2018. Ma questo traguardo è il primo gradino di una lunga scala della conoscenza che ho deciso di seguire.

 

Come puoi procedere per seguire il mio stesso percorso?

 

Praticando regolarmente nel dojo ed anche a casa durante la settimana, senza dimenticare che una spinta ulteriore è fornita dai periodici seminari che la scuola propone.

Nel Marzo del 2019 ho frequentato il seminario sul “Qigong alchemico”: un altro scalino affrontato, anche se un paio di giorni non bastano per esaurire una vasta conoscenza su uno specifico argomento.

Durante i due giorni è stata affrontata la parte teorica dell’argomento, seguita da una congrua parte pratica.

Gli asiatici sovente etichettano gli esercizi con nomi per me piacevoli , quali, ad esempio: “Il drago che nuota” od “Unione di terra e cielo”.

Ciascun esercizio di Qigong ha uno o più significati e benefici e la sua pratica coinvolge il corpo fisico, la respirazione e la mente, quindi richiede una presenza a se stessi con il corpo, la mente e lo spirito.

Visto dall’esterno parlare di spirito sembra molto impegnativo; lo è, ma praticando si può scoprire come lo si può coinvolgere.

Terra e cielo: ecco come gestire ed unire le energie opposte

 

L’arte del Qigong riguarda lo studio e la gestione dell’energia, l’essere umano può utilizzarla per se stesso al fine di migliorare la propria salute fisica, quella emotiva e quella spirituale.

Nei millenni l’arte del Qigong si è diversificata per soddisfare diverse esigenze sorte tra le varie categorie di praticanti: così si trovano branche di Qigong per il mantenimento ed il miglioramento della salute, quella medica per agire sui meridiani, quella marziale per difesa e combattimento, quella religiosa per l’illuminazione e/o la buddhità, e la branca della ricerca e di studio per l’evoluzione stessa del Qigong nel tempo.

I cinesi usano il termine San Bao (I tre tesori) per indicare l’essenza (Jing), l’energia interna (Qi) e lo spirito (Shen).

Il Qigong addestra l’essere umano a creare un’armonia tra i tre tesori.

 

 

Per sapere come iscriverti al corso professionale per ISTRUTTORI DI QIGONG accedi alla pagina

 

Il seminario sul Qi Gong Alchemico

 

Il seminario sul Qigong alchemico ha interessato il lavoro con i tre tesori.

terra e cielo 1Oltre all’apprendimento dell’aspetto teorico si è lavorato sull’applicazione pratica di quanto appreso, infatti siamo stati impegnati con dieci esercizi che avevano nomi quali “Ritorno alla primavera”, “Cerchio Tae Qigong”, “Yin – Yang Gong”, “Il drago che nuota”, “L’orso”, ”Unione di terra e cielo”.

Abbiamo avuto anche il tempo di apprendere ed esercitarci con otto forme di bastone (Gun), collegate anch’esse al trattamento degli agopunti.

Anche queste forme sono identificate da nomi accattivanti quali “Barcaiolo che rema”, “Remata lenta”, “Il vento bacia le foglie di loto”, “Il drago d’oro scuote la coda”, “Cercare il tesoro nel mare” ecc.

Personalmente, a volte, cerco di praticare ad occhi chiusi perché ciò mi permette di concentrarmi in me stesso e mi riesce più facile armonizzare i tre tesori ( o, per lo meno, ci provo ).

 

Per sapere come iscriverti al corso professionale per ISTRUTTORI DI QIGONG accedi alla pagina

 

Il tempo si ferma… tra terra e cielo

 

A volte ho la sensazione che non mi importi più del tempo fisico; in quei momenti sono integrato con l’universo e mi sento in equilibrio con spazio, tempo, forma e non forma.

Il respiro asseconda i miei movimenti come il guscio di una barca asseconda il dondolio delle onde, placide o turbolente; assecondare il respiro mi crea pace ed armonia. In quegli istanti sento il mio essere integrato con le energie del cielo e della terra.

Se si pone attenzione alle proprie emozioni che si muovono durante l’esecuzione degli esercizi od alle sensazioni di caldo e freddo, si porta in superficie quello che la teoria definisce “smuovere le emozioni”, cioè quello che viene comunemente definito “prendere le decisioni di pancia”.

Peccato che le lezioni ed i seminari finiscano! :)

 

Roberto


Abbiamo deciso di pubblicare questa testimonianza di Roberto perchè ci ha toccati particolarmente: per noi insegnanti è fondamentale l’apprendimento in ogni stato, sia emotivo che fisico, ma soprattutto capire le sensazioni che ogni partecipante prova, che possono avere sfumature diverse.

Ecco: le sfumature di Roberto, a tratti persino fiabesche, rendono bene l’idea “dell’essere dentro al corso”, rendono l’idea della totale ricerca e della concentrazione, nonchè stabilità di corpo e mente.

La nostra concentrazione ha un potere molto più elevato di quanto spesso non riusciamo ad immaginare. Come ha scritto Roberto, riesce a “smuovere le emozioni” e le emozioni, come i ricordi, durano tutta la vita, perchè un po’ la vita ce la cambiano davvero!

 

Per sapere come iscriverti al corso professionale per ISTRUTTORI DI QIGONG accedi alla pagina

 

Vuoi avere maggiori informazioni per intraprendere un percorso di studio nel Qi Gong? Segui il nostro programma e realizzati come Istruttore.