Mancanza di energia vitale Ecco come risolverla per sempre

Mancanza di energia vitale? Ecco come risolverla per sempre

Da cosa nasce la mancanza di energia vitale? Come risolverla? Ecco alcuni suggerimenti fondamentali per non sentire mai più la fiacca.

Per leggere gli approfondimenti, clicca le voci in rosso. 

Si tratta veramente di una mancanza di energia vitale?

Si usa spesso il termine “energia vitale” per intendere la vitalità. Non sono proprio la stessa cosa: possiamo, infatti, avere energia vitale a sufficienza, ma mancare comunque di vitalità.

L’energia vitale, che viene spesso tradotta con il termine Qi tratto dalla Medicina Tradizionale Cinese, è l’energia che permea l’intero universo, la forza primordiale da cui hanno origine il corpo, la mente e lo spirito. Senza questa corrente elettrica originaria, non potremmo esistere.

Al contrario, la vitalità è più una percezione individuale: la persona vitale è attiva, brillante, dinamica e prova un senso di generale benessere. Quando manca questa sensazione proviamo la “fiacca”, la stanchezza, che si trasforma in svogliatezza generale.

Quindi, anche se utilizziamo comunque il termine “energia vitale” per farci capire, in realtà intendiamo fare riferimento al calo di entusiasmo e di voglia di fare.

 

 

 

Le cause che generano una carenza di energia vitale

Siamo tutti reduci da un periodo piuttosto lungo di totale inattività, chiusi in casa senza la possibilità di fare movimento. Le prime settimane sono passate in modo abbastanza sereno, poi con l’andare del tempo il malumore e l’insicurezza hanno cominciato a creare un lavorio mentale incessante, esaurendo le scorte di energia personale.

Oggi molte persone sono disorientate, stanche, inconcludenti, perchè non riescono a recuperare le forze (soprattutto a livello mentale e spirituale).

 

Scuola di naturopatia ad indirizzo sportivo-salutistico

 

Infatti, L’INATTIVITA’ è la prima delle cause di calo dell’energia vitale, pigrizia chiama pigrizia e si finisce per passare le giornate in pigiama, stesi sul divano.

Un secondo motivo per cui si scaricano le batterie è L’ALIMENTAZIONE. Se il consumo di cibo è superiore al necessario, ed abbonda in grassi e carboidrati che non vengono bruciati, dopo un po’ l’energia viene dispersa senza essere ricostituita.

Ed ecco che la mente rallenta e si comincia ad essere stanchi anche solo per aver pensato.

Infine, ma non per importanza, lo STRESS  e le PREOCCUPAZIONI  (anche la “troppa informazione” rientra in questa categoria!), consumano energia a piene mani: ogni pensiero brucia nutrienti fondamentali per le cellule, fino al momento in cui il corpo non riesce più a reggere il passo, e si “difende” lasciandosi andare.

Questi potrebbero sembrare motivi banali, ma mettendoli insieme diventano un cocktail di sabotaggi che si manifestano, nel complesso, con una forte carenza di energia vitale.

Esistono dei sistemi per ripristinare il livello ottimale della nostra energia buona in breve tempo, con risultati visibili in breve tempo.

 

Leggi l’articolo: Come recuperare l’equilibrio energetico

Il respiro riattiva i vasi energetici e l’energia vitale

Una delle tecniche orientali più rapide ed efficaci per superare l’assenza di energia vitale è IL RESPIRO. Nel Qi Gong, così come nel Metodo Iwakura®il respiro è il fondamento principale della pratica, ma anche nelle arti marziali in genere (quando vengono praticate correttamente).

 

Mancanza di energia vitale Ecco come risolverla per sempre

 

Gli esercizi di respirazione stimolano direttamente il meridiano del Polmone, che, per tradizione, è l’organo “che dà significato all’esistenza e alla vita, in quanto riceve direttamente il Soffio Divino“.

Riattivare il meridiano del polmone ci aiuta a superare:

  • il senso di separazione
  • il dubbio su se stessi
  • il calo di forza
  • la sensazione di avere perso il proprio valore come persona.

 

Lavorare con le respirazioni agisce positivamente sull’autostima e migliora la visione che abbiamo di noi stessi, ecco perché chi respira ha meno fame nervosa.

Quindi, nei momenti in cui si prova scoraggiamento o disorientamento, la prima tecnica a cui è utile dedicarsi sono i metodi di respirazione, come avviene sia nel lavoro corporeo con gli esercizi taoisti, sia nella pratica del Qi Gong, di cui parliamo fra poco.

 

Il Movimento Energetico nel Qi Gong e gli effetti sulla carenza di vitalità

Nell’antichità, gli sciamani taoisti hanno utilizzato questi esercizi per la forza vitale, proprio per aiutare la popolazione a riprendersi dopo i momenti di carestia e di malattia. Questa ginnastica “di salute e lunga vita”, che oggi viene chiamata Qigong Medico, aggiunge i movimenti al il respiro sincronizzato, ricaricando in pochi minuti le batterie vitali.

Quando siamo in stato di “carestia energetica”, praticare il Qi Gong Medico è il sistema più rapido per ottenere dei miglioramenti spontanei in tutti i settori: regolazione dell’alimentazione, funzionalità del corpo, stress, preoccupazioni e conseguenze da inattività prolungata.

Nella pratica del Qi Gong e delle tecniche orientali, nella nostra Scuola abbiamo privilegiato i metodi che agiscono direttamente sull’EQUILIBRIO DEI MERIDIANI, con effetti positivi e molto duraturi sul senso di benessere, sulla forza fisica e soprattutto sull’umore.

 

mancanza-energia-vitale-123

CORSO PROFESSIONALE QI GONG PER ISTRUTTORI:
ACCEDI ALLA PAGINA DI PRESENTAZIONE

 

L’Energia Vitale in movimento attraverso gli esercizi taoisti (metodo Iwakura®)

In parallelo al Qi Gong, ai Due Cieli offriamo un progetto di formazione per operatori, legato alla pratica energetica secondo la Medicina Cinese, che è compatibile anche con la pratica di Qi Gong ma punta quasi completamente sull’azione di riequilibrio yin-yang .

Iwakura® è un insieme di esercizi fondati sulla via del Tao, finalizzati alla percezione e alla direzione armoniosa della propria energia. Il programma alterna esercizi fisici in movimento e pratiche prettamente energetiche basate sul respiro, ed ha il suo fulcro di lavoro nel RADICAMENTO e nell’unione Cielo-Terra (yang e yin).

 

mancanza energia-vitale-234

CORSO PROFESSIONALE METODO IWAKURA® – ACCEDI ALLA PAGINA DI PRESENTAZIONE

 

Quale disciplina – tra Qi Gong e meditazione corporea – è meglio scegliere?

Per ognuno di noi è diversa la via maestra che porta alla rinascita se c’è una forte mancanza di energia vitale. Entrambi i metodi, essendo basati sul respiro e sull’equilibrio dell’energia, possono essere adatti, ma sicuramente uno dei due è perfetto per te, anche se magari non lo sai.

Per questo, affidati alla nostra esperienza per indicarti la strada più adatta al tuo caso. Prenota un colloquio informativo per i nostri percorsi professionali: avrai a disposizione tutto il tempo necessario per raccontarci la tua storia e le tue esigenze, e per individuare il corso giusto con il nostro aiuto.

 

Per prenotare il colloquio, o avere informazioni per praticare con noi da tutta l’Italia, vai alla sezione CONTATTI e scrivici, oppure telefona in segreteria: martedì – mercoledì – giovedì dalle h 15 alle 18,30 al numero 011.4034056.