Come riequilibrare lo yin e lo yang

Come riequilibrare yin e yang? Domanda da un milione di euro. La risposta è che non esiste un modo unico o un esercizio speciale per ottenere questo risultato. L’equilibrio dello yin e dello yang, infatti, richiede un processo di pulizia energetica, frutto di una sinergia di pratiche.

In questo articolo verranno delineati alcuni aspetti fondamentali, che intervengono nell’armonizzazione dell’energia maschile e femminile, dentro di noi.

 

( per approfondire: clicca sui link ROSSI)

Per cominciare: cosa sono lo yin e lo yang?

Yin e yang sono le forze primordiali della vita, i due opposti che si trasformano l’uno nell’altro, senza interruzione. L’energia yin (femminile – polo negativo) è quella del freddo e dell’oscurità, quella yang (maschile – polo positivo), trasporta calore e luce.

Ogni elemento della vita ha un aspetto yin ed uno yang: queste due forze, che si creano a vicenda, allo stesso modo si bilanciano e controllano vicendevolmente. La circolazione avviene con una rotazione infinita, che genera il flusso da un polo all’altro.

Fin quando esiste l’alternanza, l’energia scorre correttamente ed alimenta la vita. Nei casi in cui questo flusso si blocca, nasce il malessere (ovvero: eccesso da una parte, carenza dall’altra).

I fattori che possono creare scompenso nell’equilibrio fra yin e yang possono avere un’origine esterna (avvenimenti piacevoli o traumatici, variazioni ambientali, alimentazione, ecc.), oppure interna (emozioni, vissuto interiore).

Pensieri, notizie, eventi, o la semplice interpretazione che diamo ad essi, costituiscono, in particolar modo, dei fattori condizionanti che possono alterare l’equilibrio fra le due polarità.

Fatta questa rapida premessa, vediamo quali sono gli aspetti centrali da considerare, nell’ottica del bilanciamento fra yin e yang.

 

Percorso di formazione per Istruttori di QI GONG: la via per il benessere ed una lunga vita

 

I fattori che possono aiutarci a comprendere come migliorare l’equilibrio interno

L’armonia fra i due poli energetici è soprattutto una questione di stile di vita. Non esiste, infatti, un metodo infallibile e valido per tutti per ottenere l’equilibrio delle forze.

Ognuno di noi è un individuo unico, che mette sul piatto le proprie abitudini: l’alimentazione, il movimento o la sedentarietà, le emozioni, il modo di vedere la vita e di rispondere alle sfide, ecc. Per questo, non si può individuare un sistema che vada bene per tutti allo stesso modo.

Vediamo ora alcuni aspetti importanti, che contribuiscono al benessere generale.

 

come-riequilibrare-yin-e-yang-2

equilibrio fra le polarità

 

L’importanza  di fare movimento

Nella visione della medicina cinese antica è considerato fondamentale praticare del movimento, al fine di mobilizzare l’energia ristagnante. La “ginnastica”, in particolare il QI GONG MEDICO, ha la finalità di ristabilire il giusto flusso di forza vitale (Qi) nei meridiani principali e nei canali straordinari.

Ciò permette di migliorare non solo l’efficienza dei meridiani (quindi anche degli organi e dei visceri, appartenenti al sistema zang-fu), ma anche l’umore e la chiarezza mentale, grazie alla movimentazione dei vasi straordinari Qiao.

 

Osserva ciò che mangi… e saprai come bilanciare le tue energie

Il cibo, come ormai sappiamo, ha una funzione non solo di semplice sostentamento, ma anche di prevenzione degli squilibri energetici. Il fatto di adottare uno stile alimentare allineato con la propria struttura, per rimuovere gli accumuli di tossine e drenare gli organi, costituisce una sana abitudine che predispone una lunga vita.

Per ogni età, stagione, ambiente, ci sono consigli e preferenze, in modo da facilitare le transizioni fisiologiche e da agevolare la funzione digestiva e la creazione di energia (Qi).

 

Percorso formativo professionale nel NEI GONG: il lavoro sull’energia interna. 

 

Il respiro… la chiave di tutto

Anche se lo nominiamo per ultimo, il respiro è la fonte primaria di equilibrio. Chi si domanda come riequilibrare yin e yang, per prima cosa deve imparare a respirare. Non parliamo del riflesso automatico e fisiologico grazie a cui sopravviviamo, ma della respirazione veicolata, controllata.

Il Tao insegna che “chi padroneggia il respiro è padrone della sua vita”. Gli esercizi di respirazione, per esempio quelli inseriti nel NEI GONG (il lavoro sull’energia interna), sono un training fondamentale per chi vuole realizzare una vita piena, serena, soddisfacente.

Grazie al respiro si impara come dirigere correttamente le proprie energie interiori, guidando le proprie capacità in modo efficace, per realizzare la migliore realtà possibile.

 

come-riequilibrare-yin-e-yang-3

respirare è vita

 

Perché è fondamentale aumentare il Qi attraverso il respiro

Come abbiamo visto, nell’equilibrio yin-yang il respiro ricopre un ruolo fondamentale. Anche dal punto di vista della NUTRIZIONE OLISTICA, respirare correttamente aiuta a controllare il livello di acidità del corpo, a masticare correttamente e a rilassare il tubo digerente, migliorando così la digestione e l’assimilazione dei cibi.

Una respirazione ampia e corretta permette di costruire una notevole quantità di energia vitale rinnovata (qi), che viene poi distribuita nei meridiani. Praticare le tecniche di respirazione migliora la resistenza ai malanni e potenzia le capacità intellettive.

 

Inoltre, respirare bene mantiene giovani. Una respirazione errata predispone ad un invecchiamento precoce, soprattutto perché favorisce gli accumuli di stress, frustrazioni, emozioni non espresse. Nella società odierna molte persone vivono perennemente in apnea e questo lede il sistema nervoso, oltre a peggiorare la qualità del sangue (dove non scorre ossigeno a sufficienza).

Quindi, come riequilibrare yin e yang? Respirando correttamente, muovendo il corpo, alimentandosi in modo naturale e sano. E’ utile, inoltre, ricevere dei trattamenti rivolti all’equilibrio energetico. Tutto questo va fatto in modo graduale ed integrato, per produrre il Qi “corretto”.

Il qi corretto, o Zheng Qi, è frutto delle nostre abitudini quotidiane, così come l’equilibrio fra le polarità yin e yang.

 

 

Altre letture su questo tema:

Per chi insegna Qi Gong Medico…

Tecniche meditative-corporee per l’equilibrio yin-yang

La fatica mentale e i blocchi del corpo