L'arte marziale dello iaido: Terzo Dan per Umberto Canepa

L’arte marziale dello iaido: Terzo Dan per Umberto Canepa

L’arte marziale dello iaido è una disciplina giapponese basata sull’uso della tipica spada (katana).

Nella pratica dell’arte dello iaido nei dojo moderni, dove l’antico allenamento è stato trasformato in attività sportiva, la spada è realizzata in zinco-alluminio e non è affilata. La pratica è basata sull’esecuzione, sempre più perfezionata, dei kata, ovvero delle forme codificate che “riproducono” le fasi del combattimento.

Nel caso dello iaido non esiste il corpo a corpo, l’arte marziale si pratica eseguendo individualmente le sequenze codificate.

 

Gli esami nell’arte marziale dello iaido

Nelle arti marziali giapponesi è previsto un sistema di passaggio attraverso vari gradi: i kyu che sono i “gradi minori” e i Dan che sono gradi superiori e vengono assegnati agli allievi che praticano da più tempo.

Nella nostra Scuola (soprattutto per i Dan), la valutazione si basa su una serie di parametri:

  • Conoscenza della terminologia relativa alla spada e all’Arte (esame scritto)
  • Analisi della precisione nella vestizione e nel comportamento all’interno del Dojo
  • Esecuzione dei saluti
  • Esecuzione precisa di TUTTI i kata facenti parte del grado per il quale l’esaminando si presenta.

Ovviamente ogni esame viene preparato nel corso di alcuni anni di studio: nessuno accede ai passaggi di grado se non è in possesso dei requisiti per superarlo.

 

Giorni ed orari per praticare lo iaido ai Due Cieli

 

Esame di Terzo Dan per lo iaido: Umberto Canepa, 20 febbraio 2020

Nella sessione di esame per il conseguimento del Terzo Dan nel KORYU (Scuole Antiche) Umberto Canepa ha superato tutte le prove e ha dunque ottenuto il riconoscimento del grado.

Questo traguardo è arrivato dopo 10 anni di pratica.

Gli assistenti che hanno collaborato alla conduzione del rituale dell’esame, sono stati Ermanno Trento e Michele De Fazio Romano (entrambi con il grado di Primo Dan).

L'arte marziale dello iaido: Terzo Dan per Umberto Canepa

 

Perchè scegliere di praticare un’arte orientale come lo iaido?

Ognuno può trovare un motivo diverso per dedicarsi allo studio della spada giapponese. Molti sono affascinati dalla storia di questo oggetto, così antico e significativo per la storia di un’intera cultura.

Per altri la motivazione è la forza interiore che si acquisisce praticando per anni questa disciplina.

In ogni caso, entrare nel mondo dello iaido è un passo che lascia il segno nella vita di ognuno.

Magari questo accade meno nei primi tempi (perchè il praticante è mentalmente impegnato a memorizzare i kata), ma nel giro di qualche mese si inizia a percepire la vera energia che questo “sport” (se così lo vogliamo definire), è in grado di trasmettere.

 

Giorni ed orari per praticare lo iaido ai Due Cieli